DFFF DonnaFugata Film Festival

chi siamo

Il DFFF DonnaFugata Film Festival – L’isola come set nasce nell’estate del 2009 sulla scia del CostaIblea Film Festival, fondato dal regista e storico del cinema Vito Zagarrio, ormai posizionatosi stabilmente nel periodo invernale. Considerato lo straordinario seguito di pubblico, una costola del gruppo di organizzatori, facenti capo alla storica organizzazione culturale del Cinestudio Groucho Marx, ha ritenuto opportuno mantenere sia la fortunata collocazione estiva sia l’approccio nella programmazione, originale e attento, guardando inoltre a nuove direzioni di ricerca. Viene così assicurata la continuità di uso dei magnifici spazi esterni del Castello di Donnafugata, luoghi di grande suggestione, frequentemente utilizzati da cinema (dai Viceré di Roberto Faenza al Tale of Tales di Matteo Garrone, solo per citare le più celebri) e tv (numerose puntate dei cicli camilleriani del Commissario Montalbano e C’era una volta Vigata). Al Castello si è aggiunto un sito altrettanto affascinante, il chiostro della Fondazione Gesualdo Bufalino a Comiso, per consentire di ospitare il programma nella sua completezza, integrato con l’innesto dialettico di sezioni dedicate a poesia e arte figurativa. Di anno in anno l’articolazione del Festival è diventata sempre più complessa e intrigante, in accordo con le sensibilità di un territorio improntato alla cura del patrimonio culturale, sulla scorta delle esperienze del Gruppo di Scicli nell’arte e dello spirito di Gesualdo Bufalino in letteratura, che continuano a permeare quel tessuto sociale. Grazie anche al Barocco, lo stile che impronta l’intera area – sia Ragusa che le vicine Modica e Scicli sono comprese tra le otto Città Tardo Barocche della Val di Noto, sito dichiarato nel 2002 Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco – il Festival ha trovato entusiastica adesione di prestigiosi esponenti del cinema e della cultura italiana, richiamati dall’indiscutibile appeal dei luoghi. Patrocinato dalla Città di Ragusa e dal Comune di Comiso, il Donnafugata Film Festival sta consolidando le sue strategie che mettono al centro la crescita del territorio ibleo, in termini artistici, culturali ed economici, innescando virtuosi processi di integrazione e confronto con le sensibili realtà produttive del distretto, e nel contempo ampliando la platea degli spettatori che ogni anno affollano i luoghi del Festival. Un progetto dunque di ampio respiro, che vede coinvolte numerose realtà culturali siciliane in collaborazione attiva con il Cinestudio Groucho Marx nell’organizzazione del festival: la Fondazione degli Archi, la Fondazione Gesualdo Bufalino, Archinet Srl, Polittico Srl e il Fitzcarraldo Cineclub di Ragusa.

 

The DonnaFugata Film Festival was established in the summer of 2009 following in the footsteps of the CostaIblea Film Festival, founded by the film director and historian Vito Zagarrio, and in recent years taking place in winter. Given the huge public following, an offshoot of the organizers, headed by the film club Cinestudio Groucho Marx, considered it appropriate to maintain both the successful summer location and the original and attentive approach to programming, also looking at new directions in research. The continuity of use of the Donnafugata Castle’s outdoor spaces was thus ensured: a magnificent location, frequently used by television (several episodes for the popular series Inspector Montalbano and Once Upon a Time Vigata, both based on novels by Andrea Camilleri) and film directors, such as Roberto Faenza (The Viceroys) or Matteo Garrone (Tale of Tales), to name but two. An equally fascinating site – the cloister of the Gesualdo Bufalino Foundation in Comiso – has been coupled to the Castle to hold the entire program, integrated with the sections dedicated to poetry and figurative art. From year to year, the festival program has become ever more complex and intriguing, in accordance with the sensitivities of a territory, marked by its cultural heritage – the pictorial experiences of the renowned Scicli Group, the restless spirit of the great writer Gesualdo Bufalino – which continue to permeate the social fabric. Thanks to the area’s Baroque style – both Ragusa and the nearby towns of Modica and Scicli are included among the eight Late Baroque Towns of the Val di Noto, declared a World Heritage Site by Unesco in 2002 – the Festival has found enthusiastic support from prestigious exponents of cinema and culture, attracted by the undeniable appeal of this beauty. Sponsored by the City of Ragusa and the Municipality of Comiso, the Donnafugata Film Festival has consolidated its strategies, focusing on the growth of the Hyblaean territory, in artistic, cultural and economic terms, and triggering virtuous processes of integration with sensitive production realities in the district. The effects are clear for everyone to see: the organizers are very proud of the enthusiastic audience response, thousand of spectators who flock to the Festival venues every year. A wide-ranging project, which involves a number of Sicilian cultural realities – the Fondazione degli Archi, the Gesualdo Bufalino Foundation, Archinet Srl, Polittico Srl and the Fitzcarraldo Filmclub – collaborating in the organization with Cinestudio Groucho Marx.